Torna a tutte le news

Finanziamenti e contributi a fondo perduto per progetti finalizzati ad un uso più efficiente e sostenibile delle risorse

Il Ministero dello Sviluppo Economico stanzia 140 milioni di euro per sostenere la realizzazione di importanti progetti di ricerca e sviluppo finalizzati ad un uso più efficiente e sostenibile delle risorse.

Agevolazione: è composta da

  • finanziamento a tasso agevolato concesso fino al 50% delle spese;

a cui si aggiunge

  • contributo a fondo perduto fino al 20% delle spese ammissibili.

Attività Finanziabili: progetti di ricerca industriale e sviluppo sperimentale di nuovi prodotti, processi o servizi, relativamente a:

  • innovazioni di prodotto e di processo in tema di utilizzo efficiente delle risorse e di trattamento e trasformazione dei rifiuti (innovazioni eco-compatibili);
  • progettazione e sperimentazione prototipale di modelli tecnologici integrati finalizzati al rafforzamento dei percorsi di simbiosi industriale, attraverso, ad esempio, la definizione di un approccio sistemico alla riduzione, riciclo e riuso degli scarti alimentari, allo sviluppo di sistemi di ciclo integrato delle acque e al riciclo delle materie prime;
  • sistemi, strumenti e metodologie per lo sviluppo delle tecnologie per la fornitura, l’uso razionale e la sanificazione dell’acqua;
  • strumenti tecnologici innovativi in grado di aumentare il tempo di vita dei prodotti e di efficientare il ciclo produttivo;
  • sperimentazione di nuovi modelli di packaging intelligente (smart packaging) che prevedano anche l’utilizzo di materiali recuperati;
  • sistemi di selezione del materiale multileggero, al fine di aumentare le quote di recupero e di riciclo di materiali piccoli e leggeri.

L’importo dei progetti deve essere compreso tra 500 mila e 2 milioni di euro.

Soggetti Beneficiari. Piccole Medie e Grandi Imprese del territorio nazionale in forma singola o in partnership con altre imprese.

Tempistica e Modalità di presentazione delle domande. Procedura a sportello e presentazione delle domande prevista per i primi mesi del 2020.