Torna a tutte le news

Il Credito di Imposta Ricerca e Sviluppo 2020 cambia volto, si dirà addio alla media (2012-2013-2014) degli investimenti in Ricerca e Sviluppo. Infatti dal 1° gennaio 2020 l’agevolazione sarà calcolata solamente sull’investimento dell’esercizio.

Agevolazione. La legge prevede un Credito di Imposta pari a:

  • Progetti di Ricerca fondamentale, Ricerca industriale e Sviluppo sperimentale in campo scientifico o tecnologico.
    Credito di imposta nella misura del 12% delle spese fino a 3 mln per periodo d’imposta.

 

  • Progetti di Innovazione tecnologica per la realizzazione di prodotti o processi di produzione nuovi o sostanzialmente migliorati.
    Credito di imposta nella misura del 6% delle spese fino a 1,5 mln per periodo d’imposta, e fino al 10% per spese relative a innovazione tecnologica destinate alla realizzazione di prodotti o processi di produzione nuovi o sostanzialmente migliorati per il raggiungimento di un obiettivo di Transizione ecologica o di innovazione digitale 4.0.

 

  • Progetti relativi ad Attività di design e Innovazione estetica svolte da imprese operanti nei settori tessile e moda, calzaturiero, occhialeria, orafo, mobile e arredo, ceramica per la concezione e realizzazione di nuovi prodotti e campionari.
    Credito di imposta nella misura del 6% delle spese fino a 1,5 mln per periodo d’imposta.

 L’azienda potrà beneficiare dell’agevolazione in compensazione su tutto ciò che transita sull’ F24.

Spese ammissibili. Personale impiegato nelle attività di ricerca e sviluppo; Quote di ammortamento di tutti i beni strumentali utilizzati nelle medesime attività di R&S; Consulenze extra muros e intra muros; Brevetti; Materiali.                                                                             

Soggetti Beneficiari. Potranno beneficiare del credito di imposta tutte le imprese del territorio nazionale a prescindere dalla loro veste giuridica, dimensione e settore.

Adempimenti formali per beneficiare del credito d’imposta per R&S. Predisposizione di apposito prospetto sezionale sottoscritto dal legale rappresentante, supportato da idonea documentazione e attestazione di effettività delle spese sostenute.