Torna a tutte le news

La manovra 2019 vale 33,5 miliardi di euro e prevede molte novità anche in tema di incentivi per le imprese

Tra le misure fiscali previste dal documento programmatico di bilancio 2019 si segnalano le seguenti novità:

  • Ires – scende dal 24% al 15% sugli utili reinvestiti per ricerca e sviluppo, macchinari e per le assunzioni stabili;
  • Ires verde – previsti incentivi fiscali a favore delle imprese che riducono l’inquinamento, applicando tecniche di produzione con minori emissioni;
  • Voucher per Innovation Manager – per le singole imprese è previsto un contributo a fondo perduto pari al 50% delle spese ammissibili, fino ad un massimo di 40 mila euro che può arrivare a 80 mila per le reti di impresa, per l’acquisizione di consulenze specialistiche finalizzate a sostenere i processi di trasformazione tecnologica e digitale secondo il piano Industria 4.0;
  • Credito di imposta R&S
    • agevolazione al 50% per personale e contratti di ricerca con università, centri di ricerca e imprese;
    • agevolazione al 25% per quote di ammortamento di strumenti e attrezzature utilizzate per i progetti, e per le competenze tecniche e privative industriali;
    • agevolazione al 25% per materiali e forniture impiegate per la realizzazione di prototipi o impianti pilota;
    • L’importo massimo dell’agevolazione scenderà a 10 milioni di euro.
  • Iperammortamento – proroga dell’iperammortamento per i macchinari in chiave industria 4.0, con modifiche in termini di agevolazione:
    • 250% fino a 2,5 milioni di euro;
    • 200% fino a 10 milioni di euro;
    • 150% fino a 20 milioni di euro.
  • Superammortamento per i beni immateriali (software) la percentuale dovrebbe scendere dall’attuale 140% al 120%.
  • Nuova Sabatini – previsto il rifinanziamento con una dotazione di 48 milioni di euro per il 2019, di 96 milioni di euro per ciascun anno dal 2020 al 2023.