Torna a tutte le news

Iperammortamento – l’agevolazione per le imprese che investono in beni strumentali tecnologicamente avanzati

La Legge di Bilancio 2019 ha confermato e prorogato l’iper ammortamento per gli investimenti in beni strumentali in chiave Industria 4.0 con alcune novità:

Agevolazione.

Novità

È stata introdotta la formula a scaglioni con l’obiettivo di favorire gli investimenti delle piccole e medie imprese.

Sono previste 3 differenti soglie percentuali:

  • 270% per investimenti fino a 2,5 milioni €;
  • 200% per investimenti da 2,5 a 10 milioni €;
  • 150% per investimenti da 10 a 20 milioni €.

La maggiorazione del costo non si applica sulla parte di investimenti complessivi eccedente il limite di 20 milioni di euro.

Investimenti ammissibili. Sono ammissibili le seguenti tipologie di beni:

  • Beni strumentali il cui funzionamento è controllato da sistemi computerizzati o gestito tramite opportuni sensori e azionamenti;
  • Sistemi per l’assicurazione della qualità e della sostenibilità;
  • Dispositivi per l’interazione uomo macchina e per il miglioramento dell’ergonomia e della sicurezza del posto di lavoro in ottica 4.0

I beni ricompresi nelle sopracitate categorie devono essere INTERCONNESSI, ovvero, scambiare (sia in input che in output) informazioni con sistemi interni (es. sistema gestionale, sistema di pianificazione…) per mezzo di un collegamento basato su specifiche documentate, disponibili pubblicamente e internazionalmente riconosciute. Inoltre devono essere identificati UNIVOCAMENTE mediante l’utilizzo di standard di indirizzamento internazionalmente riconosciuti (es. Indirizzo IP).

Soggetti Beneficiari. Tutte le imprese con sede operativa in Italia e regolarmente iscritte nel Registro delle Imprese.

Tempistica e adempimenti. Predisposizione di idonea documentazione tecnica e/o perizia giurata a supporto dell’investimento.