Torna a tutte le news

E’ stata pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale il Decreto Legge 17 marzo 2020, contenente le prime misure agevolative in relazione all’emergenza COVID-19.
Di seguito riportiamo le principali misure per le imprese.

Sospensione del rimborso al fondo 394/81 fino al 31 dicembre 2020 per i finanziamenti agevolati concessi a valere sul fondo 394/81 può essere disposta una sospensione fino a 12 mesi del pagamento della quota capitale e degli interessi delle rate in scadenza nel corso del 2020, con conseguente traslazione del piano di ammortamento per un periodo corrispondente.

Credito di imposta per le spese di sanificazione degli ambienti di lavoro: 50 milioni di euro sono stati stanziati per riconoscere ai soggetti esercenti attività d’impresa, arte o professione è riconosciuto, per il periodo d’imposta 2020, un credito d’imposta, nella misura del 50% delle spese di sanificazione degli ambienti e degli strumenti di lavoro sostenute e documentate fino ad un massimo di 20.000 euro per ciascun beneficiario.

Incremento della dotazione dei contratti di sviluppo Ulteriori 400 milioni di euro sono stati previsti per l’anno 2020 per la concessione di agevolazioni.

Un grazie alla beneficenza è stato previsto che le erogazioni liberali elargite nell’anno 2020 dalle persone fisiche e dagli enti non commerciali, a sostegno delle misure di contrasto al Covid-19, in favore dello Stato delle regioni degli enti territoriali, di enti o istituzioni pubbliche, sono detraibili dall’imposta sul reddito nella misura del 30%, per un importo non superiore a 30mila euro.

La stessa tipologia di erogazione per i titolari di reddito d’impresa diventa deducibile ai fini Irap.