Torna a tutte le news

L’agevolazione del 50% spetta per le spese sostenute fino al 31 dicembre 2018

Il Credito di Imposta Ricerca e Sviluppo è ancora operativo e risulta essere uno degli strumenti maggiormente utilizzati dalle imprese.

È possibile usufruire dell’agevolazione per le spese sostenute nell’esercizio 2018.

Agevolazione. La legge prevede un Credito di Imposta del 50% delle spese incrementali sostenute dalle imprese rispetto alla media del triennio (2012 – 2013 – 2014), con un’agevolazione massima annuale di 20 milioni di euro per ciascun beneficiario. Il credito di imposta dovrà essere indicato nella dichiarazione dei redditi relativa al periodo d’imposta nel corso del quale è maturato e non concorre alla formazione del reddito imponibile.

L’azienda potrà beneficiare dell’agevolazione in compensazione su tutto ciò che transita sull’ F24.

Spese ammissibili.

  • Personale impiegato nelle attività di ricerca e sviluppo;
  • Quote di ammortamento di tutti i beni strumentali utilizzati nelle medesime attività di R&S;
  • Costi della ricerca svolta in collaborazione con le Università e/o gli organismi di ricerca;
  • Competenze tecniche e privative industriali (Brevetti, Know how industriale, disegni modelli).                                                                                  

Per beneficiare del Credito di Imposta l’azienda dovrà aver sostenuto nel 2017 una spesa per l’attività di R&S superiore al valore della media del triennio 2012 – 2013 – 2014 e comunque non inferiore a 30.000,00€.

Attività Finanziabili. Progetti volti alla ricerca, sviluppo e/o messa a punto di nuovi prodotti, nuovi processi produttivi o servizi.

Soggetti Beneficiari. Potranno beneficiare del credito di imposta tutte le imprese del territorio nazionale a prescindere dalla loro veste giuridica, dimensione e settore.

Adempimenti formali per beneficiare del credito d’imposta per R&S.

Predisposizione di apposito prospetto sezionale sottoscritto dal legale rappresentante, supportato da idonea documentazione e attestazione di effettività delle spese sostenute, rilasciata da uno dei seguenti professionisti:

  • Presidente Collegio Sindacale
  • Revisore dei conti