Torna a tutte le news

L’agevolazione del 50% spetta per le spese sostenute fino al 31 dicembre 2020

Grande novità per il credito di imposta R&S, la Legge di Bilancio 2017 ha aumentato la percentuale di agevolazione per le imprese portandola al 50% per tutte le voci di costo ammissibili.

Agevolazione. La legge prevede un Credito di Imposta del 50% delle spese incrementali sostenute dalle imprese rispetto alla media del triennio (2012 – 2013 – 2014), con un’agevolazione massima annuale di 20 milioni di euro per ciascun beneficiario. Il credito dovrà essere indicato nella dichiarazione dei redditi relativa al periodo d’imposta nel corso del quale è maturato e non concorre alla formazione del reddito imponibile.

L’azienda potrà beneficiare dell’agevolazione in compensazione su tutto ciò che transita sull’ F24 a decorrere dal periodo successivo a quello in cui i costi sono stati sostenuti.

Spese ammissibili.

  • Personale in possesso di laurea magistrale in discipline di ambito tecnico o scientifico impiegato nelle attività di ricerca e sviluppo;
  • Quote di ammortamento di tutti i beni strumentali utilizzati nelle medesime attività di R&S;
  • Costi della ricerca svolta in collaborazione con le Università e/o gli organismi di ricerca;
  • Personale tecnico interno, consulenze specifiche, Know how industriale.                                                                                          

Per beneficiare del Credito di Imposta l’azienda dovrà sostenere negli anni dal 2017 al 2020 una spesa per le attività di R&S superiore al valore della media del triennio 2012 – 2013 – 2014 e comunque non inferiore a 30.000,00€.

Attività Finanziabili. Progetti volti alla ricerca, sviluppo e/o messa a punto di nuovi prodotti, nuovi processi produttivi o servizi.

Soggetti Beneficiari. Potranno beneficiare del credito di imposta tutte le imprese del territorio nazionale a prescindere dalla loro veste giuridica, dimensione e settore.

Adempimenti formali per beneficiare del credito d’imposta per R&S.

Predisposizione di apposito prospetto sezionale sottoscritto dal legale rappresentante, supportato da idonea documentazione e attestazione di effettività delle spese sostenute, rilasciata da uno dei seguenti professionisti:

  • Presidente Collegio Sindacale
  • Revisore dei conti