Torna al glossario

Gli sgravi fiscali sono riduzioni delle tasse e sono istituiti per incentivare attività o supportare determinati soggetti. Gli utili di un’azienda, per esempio, una volta reinvestiti sono esenti dalle tasse.  Gli sgravi contributivi sono invece le agevolazioni concesse alle imprese che accettano di assumere alcune categorie di lavoratori o di utilizzare determinate forme contrattuali, ma sono anche le riduzioni sugli oneri che i datori di lavoro devono corrispondere all’INPS.

Vuoi diventare più competitivo sul mercato e più produttivo?